Campagna Cane Guida Blindsight Project

Campagna Cane Guida Blindsight Project

(C)AVE CANEM A POMPEI (COMPRESO IL CANEM GUIDA?)


Salviamo i cani, siamo d'accordo e sono la prima ad affermarlo, mi piacerebbe però che venissero salvati anche i ciechi e i cani da lavoro, quindi i cani guida in primis. Di seguito una notizia: spero abbiano pensato anche a chi tiene fermi questi cani salvati si, ma tenuti sciolti, perché per chi, come me, è guidato da un cane guida questa cosa rappresenterà un'enorme barriera, occultata dalla "buona azione":

POMPEI (NAPOLI) - I cani randagi di Pompei, per anni simbolo del degrado e dell''abbandono dell'area archeologica, diventano adottabili in tutto il mondo. Su iniziativa del commissario delegato Marcello Fiori e' partito il progetto (C)Ave Canem, destinato a risolvere definitivamente uno problema piu' antichi degli scavi, coniugando la tutela degli animali con la sicurezza pubblica con la promozione di una campagna per l'adozione dei cani, in collaborazione con le associazioni animaliste Lav, Enpa e Lega Nazionale per la difesa del cane e con il sostegno del Ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali. ''Una iniziativa di legalita' e di civilta' - ha detto Fiori presentando il progetto nella casa del Poeta Tragico, quella del famoso mosaico del cane alla catena e della scritta 'cave canem' - il randagismo aveva dato di Pompei una immagine pessima, i cani non devono essere eliminati ma curati, non restare negli scavi per sempre. Il nostro obiettivo e' infatti far trovare loro una famiglia''. La prima fase del progetto e' gia' partita con l'anagrafe canina: gli animali sono stati dotati di microchip, collare e medaglietta di riconoscimento ed eventualmente curati e poi sterilizzati. Gia' allestite aree con cucce e cibo a cura dei volontari. Meleagro, Odone, Plautus, Vesonius, Polibia, Menade, Licinio, Eumachia, Caio sono alcuni dei nomi scherzosamente scelti in base alle aree o al personaggio storico proprietario della domus nel cui territorio il cane ama maggiormente girovagare. I cani saranno adottabili in tutto il mondo grazie al sito www.canidipompei.com. Con la soprintendente, Mariarosaria Salvatore, hanno partecipato il sottosegretario ai Beni e alle Attivita' Culturali Francesco Giro (''Una azione contro il randagismo - ha detto - che attendevamo da anni, anche questo conferma che il commissariamento di quest'area era un atto dovuto''), Gianluca Felicetti, presidente LAV, Carla Rocchi, presidente Enpa, Laura Porcasi Rossi, presidente Lega nazionale difesa del cane.
(da Ansa.it 16/11/2009)
Descrizione immagine: “cane alla catena”, celebre mosaico pompeiano custodito al Museo Archeologico Nazionale di Napoli, raffigurante un cane alla catena e può essere accompagnato dalla scritta “cave canem” (attenti al cane, in questo caso aggiungerei "sciolto")

1 commenti:

  1. Siamo alle solite....Lo Stato e le Associazioni in difesa degli animali fanno i lavori a metà !
    Va bene trovare una casa e educare al meglio un cane randagio , va bene le iniziative su il NON ABBANDONO , va bene nuove leggi sugli animali domestici ma...i nostri cani guida per non vedenti che sono una parte fondamentale per la nostra autonomia e serenità mentale non dovremmo avere per eccedenza lo Stato dalla nostra parte ?Dovrebbe sempre tutelarci, dare maggiore informazione , propagandare il comportamento che si deve usare in prossimità di questo insostituibie compagno.
    Siamo uno dei pochi Paesi europei dove ancor oggi il cane guida è visto come un cane "normale" (da compagnia), le leggi vengono non sempre applicate e, anche nei siti del Ministero non vengono mai menzionati.
    Responsabile Campagna Cane Guida di Blindsight Project
    Michaela Calcagnino

    RispondiElimina

Firma il tuo commento, anche con un nome di fantasia, se non vuoi loggarti, grazie!

I PIU' LETTI

BLINDSIGHT PROJECT

BLINDSIGHT PROJECT
SOSTIENI I NOSTRI PROGETTI

PINK BLINDSIGHT (PER LE DONNE)

banner pink blindsight